chi sono

Alessia Cerqua.
Architetto, Dottore di Ricerca in Progettazione Urbana Sostenibile con una tesi su “Complessità ed incertezza nella pianificazione: un approccio interdisciplinare per la comprensione delle dinamiche territoriali” (vincitrice del concorso “Corriere della Sera – Tesi on line” come migliore tesi di dottorato di carattere scientifico del 2006).
Ha sviluppato la propria attività di ricerca e di lavoro con particolare attenzione alla multidisciplinarietà.

Attualmente è funzionario Architetto presso il Ministero dei Beni Culturali.

Precedentemente, ha collaborato con il CNR (Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali), con il Ministero dell’Ambiente e con studi privati per progetti di architettura, restauro, interior design e progettazione urbana.

E’ stata professore a contratto presso la Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni” (Università “La Sapienza, Roma” ), nel Master in “Progettazione Sostenibile e Multimedialità” (Roma Tre)  e nel workshop internazionale “Transmitting sustainable city”, nell’ambito del XXXIII Congresso Mondiale di Architettura UIA 2008.

Ha pubblicato numerosi articoli e saggi in libri e su riviste specializzate.

Parallelamente agli studi di architettura ha continuato ad approfondire la sua passione per la fotografia, lavorando come fotogiornalista ed esponendo in mostre e festival internazionali. Tra le mostre: “RI-HABITAT” (2011); “La città fantasma” (2011); “ZOO” (2010); “Casa Ostiense” (2010); collettiva “In Beetween” (2009) al festival internazionale di fotografia di Roma; “Metropolis” (2008).

Ha condotto ricerche sull’utilizzo del linguaggio visivo/audiovisivo nella interpretazione/pianificazione del territorio. Alla base di questa ricerca artistica c’ è l’esplorazione degli immaginari urbani e della dimensione narrativa del territorio, inteso come palinsesto nato dal sovrapporsi di storie, vissuti, memorie. Negli ultimi anni ha dato ampio spazio al rapporto tra pianificazione urbanistica ed etnografia, e sulle narrazioni urbane. E’ appassionata di arte contemporanea.

E’ ideatore e direttore della rivista Journal of Urban photography.

 

 ***